Utilizziamo i cookie per fornire le funzioni dei social media, per migliorare il servizio e l'esperienza dei lettori. Rimanendo sul sito si decide di continuare la navigazione accettandone il loro uso.

TAVOLA VADEMECUM-min

NORME IGIENICO-SANITARIE E BUONE PRASSI
Trattasi di alcune semplici, ma fondamentali norme igienico-sanitarie, da considerare da parte delle società e dei custodi degli impianti sportivi sia negli spogliatoi, sia nei locali comuni e nei servizi igienici degli impianti, atte a prevenire la diffusione del coronavirus durante le gare e negli allenamenti.
Tali norme vanno esposte ben visibili a tutti e rispettate non solo dagli atleti, ma anche da accompagnatori, arbitri, allenatori, dirigenti, massaggiatori, spettatori e addetti ai lavori.
1) Non bere dalla stessa bottiglietta/borraccia/bicchiere né in gara né in allenamento, utilizzando sempre bicchieri monouso o una bottiglietta nominale o comunque personalizzata, e non scambiare con i compagni altri oggetti (asciugamani, accappatoi, ecc.).
2) Evitare di consumare cibo negli spogliatoi.
3) Riporre oggetti e indumenti personali nelle proprie borse, evitando di lasciarli esposti negli spogliatoi o in ceste comuni.

4) Buttare subito negli appositi contenitori i fazzolettini di carta o altri materiali usati come cerotti, bende, ecc.
5) Lavarsi accuratamente le mani il più spesso possibile: il lavaggio e la disinfezione delle mani sono decisivi per prevenire l’infezione. Le mani vanno lavate con acqua e sapone per almeno 20 secondi e poi, dopo averle sciacquate accuratamente, vanno asciugate con una salvietta monouso; se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcol al 60%.
6) Evitare, nell’utilizzo di servizi igienici comuni, di toccare il rubinetto prima e dopo essersi lavati le mani, ma utilizzare una salvietta monouso per l’apertura e chiusura dello stesso.
7) Favorire l’uso di dispenser automatici con adeguate soluzioni detergenti disinfettanti, sia negli spogliatoi, sia nei servizi igienici.
8) Non toccarsi gli occhi, il naso o la bocca con le mani non lavate.
9) Coprirsi la bocca e il naso con un fazzoletto -preferibilmente monouso- o con il braccio, ma non con la mano, qualora si tossisca o starnutisca.
10) Arieggiare tutti i locali il più spesso possibile.
11) Disinfettare periodicamente tavoli, panche, sedie, attaccapanni, pavimenti, rubinetti, maniglie, docce e servizi igienici con soluzioni disinfettanti a base di candeggina o cloro, solventi, etanolo al 75%, acido paracetico e cloroformio.
12) In caso di attività sportiva in vasca, richiedere un costante monitoraggio dei parametri chimici (cloro o altre soluzioni disinfettanti) e dei parametri fisici (tra cui, il pH o la temperatura, che influisce sul livello di clorazione).
13) Invitare le persone che manifestano sintomi di infezione respiratoria in atto e/o febbre ad abbandonare immediatamente i locali e avvisare il medico sociale e/o il responsabile medico della federazione, chiamando il Numero 112 o il Numero 1500 del Ministero della Salute operativo 24 ore su 24 senza recarsi al Pronto Soccorso.
14) Per chi non fosse ancora vaccinato contro l’influenza, consigliare il più rapidamente possibile il vaccino antiinfluenzale, in modo da rendere più semplice la diagnosi e la gestione dei casi sospetti.
15) Informarsi dagli atleti e dal personale societario se ci sono stati eventuali contatti in prima persona o all’interno del proprio ambito familiare con persone rientrate da zone a rischio o in quarantena.
16) Utilizzare la visita medico-sportiva quale fondamentale strumento di screening, attraverso un’attenta anamnesi ed esame obiettivo per l’individuazione di soggetti potenzialmente a rischio immunitario o con sintomatologia.
17) In caso di raduni nazionali di atleti o di manifestazioni di circuito internazionale autorizzate anche all’estero, prevedere sempre la presenza di un Medico di Federazione che possa valutare clinicamente, a livello preventivo, tutti i partecipanti, identificando eventuali soggetti a rischio e adottando le più idonee misure di isolamento, seguendo adeguate procedure gestionali secondo gli indirizzi del Ministero della Salute.
18) Con riferimento ai Medici Sociali e, in particolare, a quelli delle squadre professionistiche o degli atleti professionisti ai sensi della Legge 23 marzo 1981, n. 91 e comunque di tutte quelle Società i cui atleti svolgono attività a livello internazionale, monitorare con attenzione i Paesi verso cui si è diretti o da cui si rientra, secondo le indicazioni del Ministero della Salute.

Si comunica che, a sensi della Legge n. 124/2017, commi 125-129 dell’art. 1, cosiddetta Legge annuale per il mercato e la concorrenza, la nostra organizzazione nell’esercizio 2019 ha ricevuto, a titolo di contributo o prestazione, le seguenti somme:

 

COMUNE DI ROVERETO SERVIZIO GESTIONE PALESTRA COMUNALE PAGAMENTO FATT. 2018/4/PA - COMPENSO PER GESTIONE PALESTRA GANDHI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO PERIODO OTTOBRE-DICEMBRE 2018 24/01/2019    4.374,99 €
COMUNE DI ROVERETO SERVIZIO GESTIONE PALESTRA COMUNALE PAGAMENTO FATT. 2019/1/PA - COMPENSO PER GESTIONE PALESTRA GANDHI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO PERIODO GENNAIO-MARZO 2019  10/05/2019    4.374,99 €
COMUNE DI ROVERETO SERVIZIO GESTIONE PALESTRA COMUNALE PAGAMENTO FATT. 2019/3/PA - COMPENSO PER GESTIONE PALESTRA GANDHI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO PERIODO APRILE-GIUGNO 2019 29/07/2019    4.374,99 €
AGENZIA SPORT VALLAGARINA PROMOZIONE PRATICA DELLO SPORT AGENZIA SPORT VALLAGARINA RIMBORSI PER INIZIATIVE "SPORT PER TUTTI" STAGIONE 2018/2019 27/09/2019    1.019,00 €
COMUNE DI ROVERETO SERVIZIO GESTIONE PALESTRA COMUNALE PAGAMENTO FATT. 2019/5/PA - COMPENSO PER GESTIONE PALESTRA GANDHI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO PERIODO LUGLIO-SETTEMBRE 2019 21/10/2019    4.374,99 €
COMUNE DI ROVERETO ATTIVITA' ISTUZIONALE CONTRIBUTO PER ATTIVITA' SPORTIVA ISTITUZIONALE 2018/2019 05/11/2019  11.000,00 €
PRESIDENZA CONSIGLIO DEI MINISTRI ATTIVITA' ISTUZIONALE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO 1037 Legge 244/2007 art 3, commi 5-11 - 5 per mille dell.Irpef anno 2017 24/12/2019

   2.618,45 €

ASD Pallavolo Rovereto                                                www.pallavolorovereto.it

Via Silvio Pellico, 16 - 38068  Rovereto                           Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.IVA e C.F. 01532650221

 

 

 

La Pallavolo Rovereto a seguito dei comunicati del Ministero della Salute e della PAT per la tutela della salute dei propri atleti ha deciso in via precauzionale di sospendere ogni attività, compresi gli allenamenti, fino a data da comunicare.

80 formazioni, 320 match ed oltre 1.200 giovani pallavoliste: sono i numeri di un’altra entusiasmante edizione del Torneo di Natale. Il 30° appuntamento della tradizionale kermesse organizzata dalla Pallavolo Rovereto s’è confermato uno degli eventi più apprezzati del volley giornale a livello nazionale grazie a tre lunghe intense giornate fra le mura di venti palestre differenti. Un grande volano anche il turismo roveretano, ma non solo, visto che in terra lagarina sono sbarcate migliaia di persone fra giocatrici, famiglie, tecnici e dirigenti. Gremito in ogni ordine posto – come, purtroppo, accade raramente – il PalaMarchetti che, nel pomeriggio di ieri, ha ospitato le finalissime al termine delle quali è scattata la cerimonia conclusiva. Un momento emozionante con tutte le giovani atlete provenienti da Lombardia, Veneto, Emilia– Romagna, Toscana, Friuli–Venezia Giulia, Marche, Piemonte, Liguria e, naturalmente, Trentino– Alto Adige appaiate sul parquet di via Piomarta per dare vita ad un’emozionante caleidoscopio di colori ed accenti. “Ancora una volta è stato uno splendido spettacolo per questo sport, per queste ragazze e per tutta la città – ha spiegato soddisfatto il presidente Roberto Della Valentina al termine delle premiazioni –. Un PalaMarchetti da sold–out è la stata cornice perfetta per premiare la grande sportività di tutte le società presenti in questa fine di settimana e ringraziare caldamente i sessanta volontari che, già dal mese di agosto, hanno lavorato sodo per la riuscita di questo Torneo di Natale. Gli obiettivi per la prossima edizione? Ci stiamo pensando, ma questa formula è ormai rodata e di successo riusciremo ad ampliarla quando ci saranno più strutture disponibili, sarà una sfida comunque cercare di essere più internazionali e quindi ospitare le scuole di pallavolo europee e perché no anche mondiali. Le finalissime non hanno lesinato emozioni e colpi di scena all’ombra del Mart. A fare la voce grossa è stata la Visette Volley di settimo Milanese – che è salita per due volte sul gradino più alto del podio superando prima la Savino del Bene Volley Montelupo di Firenze nella categoria Under 14 e poi la Fusion Team Volley di Venezia nella categoria Under 16. Le toscane della Montelupo, però, si sono riscattate nell’ultima finale della kermesse – quella Under 18 – sconfiggendo la Fusion Team Volley in due set. A trionfare nella categoria Under 13, invece, è stata l’Imoco Volley San Donà di Venezia che ha così negato alla Visette un tris da favola. Fra le compagini regionali va segnalato il bel 3° posto della Trento Volley 2007/2008 grazie al successo nel derby Under 13 con il Neugries e le ragazze del Lagaris arrivate al sesto posto, mentre nella categoria Under 18 il Lagaris ha sfiorato il podio classificandosi al 4° posto alle spalle della Martinengo di Bergamo.

Pubblicati i calendari del terzo giorno per le semifinali nella sezione dedicata, e in modulistica anche la versione stampabile con i segnapunti per tutte le categorie.

Login